incubo


al tuo sogno

sgomento

mi afferri

e l’abisso dischiudi


è la superficie

piatta

del lago

è la Luna

nel fondo

è il mio

volto visto

tra le acque

del caos


Al tuo sogno

di paura

mi afferri

un rumore

d’ombra

spalanca

la porta

arranchiamo

tra simulacri

di follia

mascherata


nere onde

ci sommergono


finché

stremati

abbassiamo

gli sguardi


e dileguano

del mare

tumultuoso

i riflessi


urla di terrore

nei tuoi occhi


irrequieti

giganti

nei miei


[ il verso il volto visto/ tra le acque del caos è copiato da Ferdinando Pessoa, L’ora del diavolo, Bur 2007 ]

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: